Atlante Pedagogico

 

Materne e nidi si aprono alla città mettendo in rete 400 progetti
Gli educatori possono ispirarsi al lavoro svolto da altri colleghi sul territorio
L’iniziativa sarà illustrata alla città in occasione del Salone ABCD il prossimo novembre.

 

 Un atlante pedagogico a disposizione di tutti gli 85 servizi per l’infanzia di Genova, materne e nidi. E’ la sintesi del lavoro svolto da oltre mille educatori che in questi anni è stato rivolto ai più piccoli dagli 0 ai 6 anni: dalle mostre di disegni alle letture, dagli orti alla musica, dalle gite alle recite, teatro e poesie, laboratori sul cibo, esperienze linguistiche, attività corporee. Una volta condiviso su internet quel progetto non è più di quel nido, di quella scuola, ma di tuta la città. Quindi possono consultarlo e ispirarsi le maestre che a levante, per esempio, si sono innamorate di un lavoro sul mare che fanno le colleghe del ponente. O di un laboratorio sulle danze popolari, che per chi lavora sull’intercultura è preziosa ispirazione. Ma anche le famiglie possono sapere direttamente come ci si muove nel campo dell’educazione, della creatività, dell’espressione delle emozioni dei loro bambini. Questo librone che sembra quasi una banca dati e si sfoglia digitando www.atlantepedagogico.comune.genova.it cancella gelosie e chiusure inevitabili in realtà quali le materne e i nidi, che a volte risultano mondi a sé.

Nell’Atlante ci sono 400 schede che possono via via aumentare, finora raggruppate dentro tre temi – l’intercultura, la disabilità, la continuità educativa – ma sensibili anche questi di ampliamento.

 

“Organizzare questa raccolta di esperienze, ascoltare tutte le segnalazioni e dare il via anche a una faticosa selezione è stato il lavoro di questi mesi – spiega Tiziana Carpanelli, direttrice dei servizi educativi del Comune – ma è stato anche il segno di quanto le maestre e le educatrici volessero portare alla luce il loro lavoro di tanti anni”.
L’Atlante è nato e cresciuto sotto le linee guida di un manifesto pedagogico che presto sarà in rete perché è in qualche modo l’ossatura “politica” di tutta l’iniziativa, che vede una stretta collaborazione con l’Università di Genova.
L’iniziativa è stata presentata a Palazo Tursi, alla presenza dell’assessore Pino Boeri, a un folto pubblico di docenti e in occasione del Salone ABCD a novembre sarà illustrata alla città. Numerose le maestre, molto coinvolte e contente del risultato, mentre veniva sfogliata questa banca dati delle buone pratiche educative dagli esperti di Arcoos Ricerca e Comunicazione.
“Sono tempi di trincea, ma partiamo dalle difficoltà per guardare al futuro”, dice l’assessore Boero.

 

Fonte: Il Secolo XIX del 27/9/2013

 

Le presenze del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, del MIBACT e del MIUR ad ABCD

min lavoro

Logo_Mibact

Logo_Miur

Ultime news

Logo_Genova