Ad ABCD l’offerta completa dell’Università fondata da Laura Milani, che lavora fianco a fianco con le più importanti case automobilistiche ed imprese di design sul territorio italiano e francese.

IAAD nasce a Torino nel 1978 dando vita alla prima specializzazione italiana post diploma in
“Architettura della carrozzeria”. Nel 2000, sotto la direzione di Laura Milani, rinasce fino a crescere e affermarsi come l’Università Italiana per il Design. I numeri rappresentano una parte significativa della sua evoluzione: 7 sedi (di cui 2 in Italia e 5 in Francia), 5.000 studenti, 400 docenti e un sistema didattico integrato composto da oltre 30 corsi fra Lauree e Master. L’accreditamento dei titoli di studio da parte del MIUR, la partnership con il gruppo francese AD Education, la collaborazione con istituzioni, enti, associazioni e imprese e la creazione di un comitato scientifico internazionale rappresentano i segnali più evidenti dello IAAD nel presente e nel prossimo futuro.

Un elevato standard qualitativo della didattica, un corpo docente costituito principalmente da professionisti, un rapporto organico con il mondo aziendale e un attento servizio di job placement sono gli elementi vincenti per il rapido collocamento post laurea che oggi sfiora quota 90% entro un anno dal termine degli studi. Il Job Placement Service IAAD gestisce relazioni con oltre 5.000 aziende interessate ad accogliere gli studenti presso le loro strutture.
Nella parte conclusiva del percorso di studio, gli studenti sono impegnati nella realizzazione di due tesi per mostrare, oltre al proprio portfolio, anche le capacità di lavoro individuale e in team. Tutto ciò avviene in stretta collaborazione con le numerose aziende partner IAAD, importanti realtà del calibro di Mercedes-Benz, Gruppo Volkswagen, Gruppo FCA, Renault, Nissan, Land Rover, Piaggio, Yamaha, Honda, De’Longhi, BasicNet, Ferrino, Cuki, Poltrona Frau, Baxter, Lago, Mizuno, L’Oréal, Lavazza, Fondazione Pistoletto e tante altre.

I corsi

I titoli di studio sono accreditati dal MIUR e offrono differenti specializzazioni.

Diplomi Accademici di I livello

Transportation design
Product design
Interior design
Communication design
Digital Communication design
Textile & Fashion design

Master

Transportation design
New Media Communication & Interaction design
Photography for Communication
Interior architecture for business habitat new spaces for contemporary society

Le sedi

Torino

Nel 2008 la città diventa la prima World Design Capital e nel 2015, unica in Italia, entra a far parte delle Creative City UNESCO per il Design. In connessione sinergica con il territorio e le sue principali realtà pubbliche e private, grazie a un accordo con la Città, dal 2013 la sede IAAD sorge all’interno del nuovo quartier generale Lavazzanella storica palazzina industriale di 3.000 mq che prima ospitava il centro di formazione Enel. Il quartiere Aurora, che accoglie la struttura, rappresenta il simbolo della nuova trasformazione cittadina, un luogo in cui la cultura abbraccia edifici e piazze, cittadini e futuro.

Bologna

Nel 1088 la città ospita la prima università del mondo occidentale, nel 2000 l’Unione Europea la nomina Capitale Europea della Cultura e nel 2006 entra a far parte delle Creative City UNESCO per la Musica. Come per la sede di Torino, anche IAAD Bologna è il risultato di un’opera di riqualificazione urbana. L’area di circa 1500 mq, risalente ai primi anni del ‘900, originariamente ha ospitato la fabbrica Ovidio Vignoni, leader nella realizzazione di piastrelle decorate a mano e vero e proprio simbolo di eccellenza del Made in Italy. L’edificio, gravemente danneggiato durante i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale e ricostruito alla fine degli anni ‘40, ancora oggi rispecchia lo stile architettonico dell’epoca.

Parigi, Nizza, Lione, Nancy e Bordeaux

Con il fine di creare una rete educativa europea unica nel settore del design, nel luglio del 2012 IAAD ed École de Condé siglano un’importante partnership strategica. Gli studenti beneficiano così di programmi originali e personalizzati, avvalendosi dei vantaggi che ciascuna istituzione offre e usufruendo della varietà di ambienti culturali, creativi e professionali a loro disposizione.

I corsi in Italia e in Francia quindi si sommano e aprono agli studenti di entrambe le realtà. Nasce così un’ampia offerta formativa coerente con le specificità dei rispettivi territori: workshop trasversali e la possibilità di proseguire gli studi in sedi differenti.