Dataflex Italia ad ABCD 2013

Per la terza volta Dataflex Italia srl partecipa ad ABCD. Chiediamo al Ceo Patrick Preisser il motivo di questa partecipazione e le esperienze fatte nelle ultime edizioni.

 

La produzione di Dataflex riguarda soprattutto staffe per monitor, mobili da ufficio e per pc, sembrerebbe una produzione orientata a una presentazione per l’ufficio. Come mai avete deciso di partecipare a ABCD?

 

Ci siamo presentati ad ABCD oramai tre anni fa con alcuni prodotti per alunni diversamente abili come le postazioni lavoro per PC. L’anno scorso con l’avvento di scuola 2.0 e classe 2.0 abbiamo presentato il nostro concetto di ergonomia per il banco scuola. Abbiamo riscontrato che tra la gamma di prodotti Dataflex che abbiamo a catalogo ce ne sono alcuni che risolvono immediatamente dei problemi pratici connessi all’informatizzazione delle scuole. Penso soprattutto ai temi legati alla sicurezza, quindi quest’anno ci rivolgiamo ai nostri ospiti anche con gli articoli pensati a ostacolare la tentazione di manomettere o asportare il computer, portatile o desktop, o parti di esso. Per esempio le cassettiere per la tastiera, i portacomputer sottobanco con serratura, le cassettiere di sicurezza da cattedra per chiudere il portatile, i cavetti antifurto in acciaio speciale, ecc.

 

Quindi avete individuato dei prodotti che risolvono immediatamente problemi pratici?

 

Certamente. Prendiamo per esempio il sempre più diffuso registro di classe elettronico. In questo caso c’è la necessità di chiudere a chiave il portatile. Noi abbiamo un cassetto di sicurezza da applicare sotto la cattedra, che poi una volta chiuso è difficile da manomettere. Naturalmente questo è adattabile alle diverse strutture della cattedra stessa. Analogamente abbiamo prodotti per mettere in sicurezza il computer stesso, la tastiera e anche il monitor.

 

Qual è il tema a voi più caro?

 

Oltre alla sicurezza è sicuramente l’ergonomia. Da molti anni oramai si parla di informatizzare le scuole italiane. Ultimamente è nata classe 2.0 e scuola 2.0, un’evoluzione che salutiamo come indispensabile per stare al passo coi tempi e per dare ai nostri ragazzi l’apertura sul futuro. Uno dei risvolti positivi di scuola 2.0 è la notevole riduzione di peso dello zainetto con grande beneficio per la colonna vertebrale dei nostri figli. Mal di schiena che noi di Dataflex vogliamo impedire rientri dalla porta di servizio con la postura sbagliata al banco di scuola.

 

Questo è un messaggio forte. In che modo Dataflex può contribuire al benessere dell’alunno nella classe informatizzata?

 

I nostri prodotti sono certificati dall’IGR, ente indipendente tedesco per l’ergonomia, che certifica i prodotti in base alla loro regolazione in relazione con la postura del corpo. Ad esempio, il monitor di un computer, un touchscreen e a maggior ragione e gli oramai onnipresenti tablets devono essere di fronte a noi e all’altezza degli occhi, altrimenti incurviamo la schiena con conseguenze purtroppo ben conosciute, come la oramai tristemente nota patologia dell’IPad shoulder. Dato che non siamo tutti alti uguali, i vari monitor o dispositivi devono essere regolati individualmente. Questo vale tanto di più in una classe frequentata da alunni di età diverse e che crescono…

 

Per allacciarmi al leitmotiv della fiera di quest’anno potremmo dire che il nostro piccolo sogno è quello di poter partecipare ad aumentare la consapevolezza che, con alcuni semplici accorgimenti e ausili, possiamo ridurre notevolmente le patologie collegate alla postura sbagliata al banco di scuola e di conseguenza sul posto di lavoro.

 

Quali altri temi proponete ai visitatori di ABCD?

 

Oltre ai temi dell’ergonomia e della sicurezza proponiamo quello della “scrivania pulita”. Come ben noto, ordine e pulizia aiutano alla concentrazione. Una scrivania sgombra e non caricata di materiale superfluo libera anche la mente. In questo senso abbiamo sviluppato con la nostra nuova formula ViewLite un prodotto che elimina dalla scrivania non solo il monitor o il portatile, ma che con la sua toolbar toglie di mezzo matite, cellulari e fogli di carta, per non parlare della gestione dei vari e sempre presenti cavi…

 


Un altro tema riguarda naturalmente le nostre origini: Dataflex è nata con i mobili portacomputer e portaschermo, carelli per proiettori ecc., tutti naturalmente con un occhio di riguardo all’ergonomia e alla sicurezza…

 

 

 

Le presenze del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, del MIBACT e del MIUR ad ABCD

min lavoro

Logo_Mibact

Logo_Miur

Ultime news

Logo_Genova