Area espositiva la Scuola del futuro

 

L’area espositiva la Scuola del futuro si articola in quattro ambienti:

 

 

 

◊    DEBATE (argomenta re e dibattere)

 

Il «debate» è una metodologia didattica che consente agli studenti di acquisire competenze per un uso intelligente e creativo del linguaggio, per imparare ad argomentare e padroneggiare i canoni della comunicazione. È una sorta di confronto in forma di dibattito in cui gli studenti di due squadre sostengono e controbattono un’affermazione o un argomento dato dal docente, ponendosi in un campo (pro) o nell’altro (contro).

 

Il «debate» allena la mente a considerare posizioni diverse dalle proprie, sviluppa il pensiero critico, rafforza le competenze linguistiche, logiche e relazionali.

 

 

◊    TEAL (tecnologie per l’apprendimento attivo)

 

«TEAL» (Technology Enhanced Active Learning) è una metodologia didattica che unisce lezione frontale, simulazioni e attività laboratoriali per un’esperienza di apprendimento dinamica, coinvolgente e collaborativa supportata dall’uso delle ICT.

 

La «classe TEAL» è un ambiente di studio/lavoro ampio e polifunzionale, con arredi modulari riconfigurabili a seconda delle necessità e una dotazione tecnologica minima di base, come videoproiettori, device fissi o mobili, accesso a Internet.

 

Nella «classe TEAL» la postazione del docente è collocata in mezzo ad isole di lavoro, occupate da studenti organizzati in gruppi.

 

 

◊    SPACED LEARNING (apprendimento intervallato)

Lo «Spaced learning» è una metodologia didattica che supera il concetto di lezione frontale e che prevede una segmentazione del tempo-insegnamento: la lezione è suddivisa in tre momenti di input alternati da due pause pensate per attività che nulla hanno in comune col tema della lezione. Nell’ultimo dei tre momenti gli studenti devono dimostrare di aver acquisito il contenuto condiviso nei primi due, applicando le conoscenze in contesti di esercitazione o situazioni-problema.

 

Lo Spaced learning integra modi diversi di apprendere e studiare.
Prevede spazi riconfigurabili, arredi modulari e flessibili e una dotazione tecnologica minima di base come videoproiettori, device fissi o mobili, accesso a Internet.

 

 

◊   ICT Lab (didattica laboratoriale avanzata )

 

Un ICT Lab è uno “spazio aperto” in cui creare, apprendere, educare, inventare; un luogo nel quale didattica laboratoriale, apprendimento autonomo e apprendimento cooperativo trovano massima espressione, forte interazione tra loro e totale complementarietà.

 

Gli studenti possono diventare «artigiani digitali» creando un oggetto, dal CAD e il disegno 3D alla stampa 3D.
In un ICT Lab si svolgono attività di coding, per favorire e sviluppare l’acquisizione del pensiero computazionale ed è anche il luogo dove è possibile avvicinarsi al mondo della robotica e costruire oggetti programmabili, in grado di interagire con ciò che li circonda.

 

 

Scarica il pdf con il programma

 

 

Le presenze del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, del MIBACT e del MIUR ad ABCD

min lavoro

Logo_Mibact

Logo_Miur

Ultime news

Logo_Genova