La Fabbrica: intervista a Vania Zadro

 

 

Vania Zadro, docente della scuola primaria ICS Bruno Munari di Milano ci dà il suo parere sui kit ludico didattici proposti da La Fabbrica, in forma del tutto gratuita, alle scuole italiane di ogni ordine e grado.
Vania ha provato a utilizzare in prima persona i kit de La Fabbrica, sentiamo il suo parere!

 

1)    Conosce i kit didattici de La Fabbrica? Li ha mai richiesti e utilizzati?
Sì, conosco i materiali didattici che La Fabbrica offre alle scuole e agli insegnanti che li richiedono.
Ho avuto modo di scoprire questa opportunità  alcuni anni fa, su suggerimento di una collega che già li utilizzava. Avevo infatti la necessità di proporre ad una classe nella quale operavo sull’area linguistico espressiva alcune attività sulla tematica che stavamo affrontando. Cercavo qualcosa che potesse coinvolgere i bambini in modo ludico, per motivarli ad alcuni approfondimenti disciplinari. Devo dire che in quell’occasione ho trovato quello che cercavo proprio in un kit La Fabbrica suggeritomi dalla collega. Da allora, ogni anno, tengo d’occhio le “uscite” dei kit.

 

2)    Le sono stati utili dal punto di vista didattico? In che modo?
Mi sono state utili, non solo in relazione ai percorsi per i quali ne ho fatto richiesta. Infatti la caratteristica che apprezzo di più è la flessibilità. Riesco cioè ad utilizzare gli spunti offerti dai materiali senza necessariamente seguire l’ordine con cui sono proposti e , spesso, anche prescindendo dal livello di classe per i quali sono stati indicati. Posso pertanto a riorganizzarli secondo la mia programmazione e integrarli con altre risorse di cui dispongo. Gli spunti di attività, che sono sempre a carattere ludico, mi offrono occasioni spesso originali per coinvolgere in modo divertente e dinamico i bambini e per conoscerli meglio in situazioni che favoriscono la loro spontaneità. Mi è più facile introdurre poi attività più marcatamente disciplinari, aiutata anche dagli spunti di approfondimento che trovo nelle guide didattiche inserite nei kit.
Ultimamente nei kit ho rilevato l’attenzione al digitale con una serie di raccolte sitografiche che mi permettono di risparmiare il tempo della ricerca personale, spesso dedicato da casa e sottratto al mio tempo libero o alla famiglia. Potrei dunque dire che altre caratteristiche che apprezzo  sono la varietà e lo stare al passo con i cambiamenti e, non ultima, la non invasività rispetto alle mie scelte metodologiche e … alla mia fantasia!.

 

3)    Ci può fare un esempio?
Qualche anno fa ho fatto richiesta del kit “Amici per la pelle” che ho utilizzato in una classe prima. Proprio a maggio dell’anno scolastico appena concluso ho proposto un’attività del kit, conservato nella biblioteca della scuola, ad una quarta in un percorso di intercultura. Mi piaceva l’idea di affrontare il tema “diversi ma uguali” partendo da un’attività nel laboratorio di pittura secondo la quale il colore della pelle si ottiene partendo da un colore di base al quale si aggiungono via via più colori fino a trovare la tonalità più vicina a quella di ogni bambino. Bella la scoperta,facendone esperienza, che non c’è un colore uguale per tanti ma ognuno ha, se pur lievissima, una sfumatura molto personale. Partendo da un base comune. È stato poi facile approfondire con ricerche in gruppo di tipo geografico, storico, di attualità.
Un altro kit che utilizzo molto, anche perché ne ho fatto richiesta per le diverse edizioni, è “Coltiva il tuo sogno”. Mi piace che si parli di risparmio non solo e non soprattutto in termini finanziari, ma che lo si leghi ai valori della vita stimolando una serie di riflessioni sul sé, sugli altri, sull’ambiente. L’idea poi di far riferimento al metodo della narrazione rende le proposte particolarmente coerenti con quanto si fa alla scuola primaria. Ho trovato inoltre che le riflessioni metodologiche e pedagogiche contenute nella guida docenti sono perfettamente in linea con le Nuove Indicazioni Nazionali.

 

 

Le presenze del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, del MIBACT e del MIUR ad ABCD

min lavoro

Logo_Mibact

Logo_Miur

Ultime news

Logo_Genova