Museo Archeologico Nazionale di Aquileia (UD) – Friuli Venezia Giulia

 

Quello che oggi è un grazioso paese della bassa pianura friulana, fu, in età romana, la quarta città d’Italia. Nel 181 a.C. venne infatti fondata, per ordine del Senato di Roma, una nuova colonia posta all’estremità nord orientale della penisola italica, poco distante dall’arco alpino orientale e molto vicina al mare Adriatico. Da subito Aquileia si rivelò un centro commerciale e culturale molto fiorente, dove confluivano uomini che provenivano da ogni parte dell’Impero, dalla Siria alla Spagna, dall’Africa alle Gallie. L’importanza di Aquileia crebbe ulteriormente nel IV secolo d.C., quando venne costruita la prima grande chiesa cristiana all’interno della città.

 

Cosa visitare

 

Ad Aquileia è possibile trascorrere una bella giornata immersi nella storia e nella natura che, rigogliosa, le fa da cornice. Con una piacevole passeggiata si possono visitare i resti del foro, che era la piazza principale della città antica, e del porto fluviale, cioè l’area della città affacciata sul fiume, che in antico serviva da approdo per le persone e le merci che, dal mare, giungevano ad Aquileia attraverso le vie d’acqua.

 

Sono visitabili anche i resti di alcuni quartieri abitativi, con i resti di spettacolari mosaici pavimentali.
Un’altra tappa irrinunciabile è quella del sontuoso complesso della Basilica paleocristiana, in cui si può comprendere la complessa stratificazione di fasi storiche che hanno trasformato Aquileia e i suoi edifici.

 

Infine… il Museo Archeologico Nazionale … tre piani e un giardino incantato ricchi di reperti che raccontano la vita e la morte degli antichi abitanti di Aquileia. Gemme, vetri, ambre e mosaici della collezione aquileiese lasciano a bocca aperta per preziosità e raffinatezza di forme e colori.

 

 

 

Lo sapevi che …

 

 

Museo_Aquileia_foto1

 

 … nel Museo è conservato uno dei pochissimi mosaici del tipo detto “a pavimento non spazzato”: per rivestire le sale da pranzo gli antichi amavano rappresentare i resti di un banchetto abbandonati alla fine della festa. Lische di pesce, gusci di noci, rami di vite e frutta occupano tutto lo spazio… fortunatamente senza puzzare!!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Museo_Aquileia_foto2

 

 

 

 

…l’ambra è una resina fossile ottenuta dalla pece degli alberi. Gli antichi abitanti di Aquileia amavano molto questo materiale colorato e profumato: i bambini portavano piccoli oggetti di questo materiale appesi al collo perché si credeva che potesse proteggere i bambini dal malocchio e dal mal di gola.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Museo_Aquileia_foto3

 

 

 

…ad Aquileia soffia spesso un vento molto forte, proveniente da Nord Est, che si chiama Bora. Forse questa testa in bronzo conservata in Museo rappresenta proprio questo vento gelido, che anche gli antichi abitanti di Aquileia dovevano conoscere molto bene…

 

 

 

 

 

Museo Archeologico Nazionale di Aquileia. Via Roma, 1 – 33051, Aquileia (UD)

Servizio educativo:  Elena Braidotti
Tel.  0431-91035
museoarcheoaquileia@beniculturali.it
www.museoarcheologicoaquileia.beniculturali.it

 

 

Le presenze del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, del MIBACT e del MIUR ad ABCD

min lavoro

Logo_Mibact

Logo_Miur

Ultime news

Logo_Genova