La parola all’assessore Rossetti

rossettiL’assessore all’Istruzione e Formazione della Regione Liguria Pippo Rossetti, in vista dell’importante appuntamento della Conferenza regionale educativa, ricorda ai giovani l’importanza della partecipazione al Salone Orientamenti, sempre più luogo privilegiato di incontro domanda e offerta di lavoro, che quest’anno si arricchisce con un Career Day lungo tre giorni e centinaia di aziende presenti.

 

“Il tema della manifestazione dello scorso anno “I have a dream” era legato al sogno e gli oltre 45.000 studenti che hanno visitato il Salone ci hanno “simbolicamente” consegnato i loro sogni. – spiega l’Assessore all’Istruzione e formazione Pippo Rossetti- Noi oggi vogliamo proseguire questo percorso di fiducia con loro, offrendogli l’opportunità di trovare, riunite in un unico luogo, le offerte del mondo universitario, delle imprese, dell’Europa, così da aiutarli a scegliere consapevolmente il loro futuro formativo e professionale. Perché crediamo che i sogni si possano costruire”.

 

La Regione Liguria crede nei suoi giovani. E i giovani devono credere nelle proprie potenzialità, nei propri sogni. Nasce da queste semplici considerazioni la campagna di promozione dell’edizione 2014 del Salone ABCD+Orientamenti. La campagna del Salone Orientamenti di quest’anno è infatti la celebre frase di Steve Jobs, imprenditore, informatico e inventore statunitense “Siate affamati… siate folli” uomo simbolo del successo che deriva dall’impegno e dalla forza dei sogni.

 

“I ragazzi cercano negli adulti dei modelli da seguire e Steve Jobs è sicuramente uno degli uomini simbolo di questa generazione- continua Rossetti- Credo che chiunque abbia letto il discorso pronunciato da Jobs davanti agli studenti di Stanford ne sia rimasto affascinato. Per questo abbiamo deciso di legare, idealmente, le tre storie che racconta alle tre aree del Salone – la comunità educante, l’orientamento, il lavoro -per creare un percorso di suggestioni e offrire ai visitatori una testimonianza che supera lo slogan e tocca invece temi profondi e forti, come la famiglia, l’amore, la salute, lo studio e, naturalmente, il lavoro. Jobs ha detto <>. Non posso non condividere queste parole ed è per questo che credo che il Salone Orientamenti possa essere, ogni anno di più, utile ai nostri ragazzi”.

 

Del resto i ragazzi e la scuola sono sempre più al centro del lavoro della Regione, basti pensare all’attesissima Conferenza regionale sul sistema educativo, che si svolgerà l’8 e il 9 ottobre ai Magazzini del Cotone, e che “nasce per fare il punto sull’applicazione della legge 18 e sulle sue integrazioni e modificazioni, portando alla luce i dati relativi al periodo 2009/13 e valorizzando l’evoluzione del sistema regionale- spiega l’Assessore – in vista della redazione dei piani triennali regionali, nell’imminenza della partenza effettiva della programmazione dei fondi strutturali 2014/2020”. Con la legge n.18 del 2009 infatti la Regione Liguria ha definito il “Sistema educativo regionale di istruzione, formazione e orientamento” costituito dall’insieme dei percorsi, dei servizi e delle opportunità educative di istruzione e di istruzione e formazione professionale erogati dalle Istituzioni scolastiche e dagli organismi formativi, funzionale all’espansione e alla conseguente generalizzazione dell’offerta formativa e di istruzione dall’infanzia lungo tutto l’arco della vita, nonché gli interventi relativi a supportare le persone nella formulazione e nell’attuazione consapevole delle proprie scelte formative e professionali. L’obiettivo principale del sistema educativo regionale è quello di integrare i diversi percorsi educativi.

 

L’idea di fondo è che ascoltando gli attori del sistema, “hanno già aderito più di 700 persone” spiega Rossetti, siano essi impegnati in prima persona come docenti, dirigenti scolastici, operatori della formazione e altro ancora, siano essi le famiglie e gli studenti liguri che si formano nelle scuole e negli enti di formazione della nostra Regione, si potrà, “attraverso un processo partecipato- ascoltare, raccogliere idee e far si che le idee diventino progetti per il futuro”. Sei i temi portanti dell’incontro “orientamento, bes, edilizia scolastica, educazione ambientale, media education e scuola digitale” perché parlare di scuola vuol dire guardare al suo passato, studiarne il presente con i suoi punti di forza e le carenze e costruirne il futuro, sostenibile, per tutti.

 

Per questo alla conferenza prenderanno parte anche gli assessori di altre regioni italiane, gli esperti del Ministero, amministratori e esponenti delle associazioni datoriali e sindacali  “per confrontarsi sui nuovi programmi da mettere in campo per riformare la scuola ligure e italiana sulla base anche delle recenti dichiarazioni del premier Renzi”.

 

Le presenze del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, del MIBACT e del MIUR ad ABCD

min lavoro

Logo_Mibact

Logo_Miur

Ultime news

Logo_Genova