Studiare all’estero? Un piacere…ma anche un dovere!

 Al Salone Abcd+Orientamenti di Genova incontri e seminari sul tema

Andare all’estero per studiare, fare ricerca, stringere amicizie e relazioni che potrebbero durare anche tutta la vita. Insomma: l’orizzonte non finisce qui, in Italia, in Liguria, ma si allarga a tutto il mondo. Senza contare che, ormai, fare un’esperienza di studio o di lavoro all’estero è una condizione quasi indispensabile per crescere sia umanamente, sia da un punto di vista delle competenze, soprattutto quelle che servono per inserirsi nel mondo del lavoro. Prima fra tutte la conoscenza delle lingue straniere.
E proprio perché ormai non si possono trascurare le opportunità offerte da un periodo di formazione e/o di impiego all’estero, al Salone Abcd-Orientamenti ci saranno alcuni appuntamenti da non perdere per farsi un’idea di che cosa voglia dire e quali vantaggi ci siano nel…fare le valigie e andare ad esplorare – per periodi più o meno lunghi – il mondo che sta fuori dall’Italia.

Ecco gli appuntamenti di alcuni seminari in programma:

  • Mercoledì 13 novembre ore 14.30: “Opportunità di studio e specializzazione in Francia” organizzato dall’Università  degli Studi di Genova;
  • Mercoledì 13 novembre ore 15.30: “Mobilità europea: opportunità e sfide” proposto dalle associazioni studentesche (AEGEE, AISEC, YEAST) ;
  • Giovedì 14 novembre ore 11.30: Presentazione Florida International University organizzato dall’Università degli Studi di Genova;
  • Giovedì 14 novembre ore 14.30: “Giovani, tirocini internazionali e programmi europei di mobilità: esperienze, strumenti e proposte – il progetto europeo GET MOBILE” promosso dal Centro Ligure Produttività (CLP)
  • Venerdì 15 novembre ore 13.30: “Opportunità di studio e ricerca negli USA: le borse di studio Fulbright” (http://www.fulbright.it/it) organizzato dall’Università degli Studi di Genova.
  • Veberdì 15 novembre ore 14.30: “I giovani e le carriere internazionali – seminario di orientamento” organizzato da carriereinternazionali.com

Occorre anche ricordare che gli scambi studenteschi e i viaggi di formazione e di lavoro all’estero sono fortemente sostenuti e valorizzati dall’Unione Europea, che proprio in questi mesi ha lanciato l’iniziativa Erasmus+. Si tratta del programma europeo dedicato alla mobilità negli Stati dell’Unione rivolto a studenti universitari, delle scuole professionali, formatori, insegnanti, tirocinanti e giovani lavoratori.

Mercoledì 13 Novembre dalle 10.30 alle 12.30 “Verso Erasmus+” presentazione del nuovo programma, a cura dell’ Agenzia Nazionale LLP-Indire

Il programma, che durerà dal 2014 al 2020, mette in campo 16 miliardi di euro per finanziare borse di studio e formazione e si prevede che possa coinvolgere 4 milioni di persone, il doppio rispetto a quelle che attualmente hanno vissuto un’esperienza di vita all’estero.
La novità del programma sta nel “plus”: sono stati infatti accorpati una serie di programmi europei che prima erano separati, così da coprire, in modo sinergico, tutte le competenze europee, che vanno dall’apprendimento della lingua straniera, allo sport, al volontariato. Il tutto con l’obiettivo di migliorare l’occupabilità giovanile e offrire loro opportunità di crescita e di inserimento lavorativo.
Il programma si rivolge anche al settore privato per l’innovazione e per assicurare che l’apprendimento e l’istruzione abbiano risvolti pratici.

Per maggiori informazioni sul programma Erasmus+
http://www.programmallp.it/box_contenuto.php?id_cnt=3173&id_from=1&style=llp&pag=1

 

 

Le presenze del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, del MIBACT e del MIUR ad ABCD

min lavoro

Logo_Mibact

Logo_Miur

Ultime news

Logo_Genova