Tutti i numeri della scuola

In un articolo pubblicato il 3 ottobre 2012 sul sito de La Stampa troviamo gli esiti de “La scuola e le attività educative”, una ricerca condotta dall’Istat e volta a delineare le dinamiche attive nelle aule italiane.
Nel report emerge un maggiore impegno nello studio delle ragazze (il 38,3% delle quali dichiara di impegnarsi molto) rispetto ai maschi (la quota raggiunge il 24,9%), che concentrano il proprio impegno  solo per ottenere la sufficienza (il 21,3% rispetto al 14,1% delle femmine) e per il solo  studio delle materie che piacciono (il 13,1% rispetto al 9,4%).
Non solo l’impegno nello studio è maggiore, ma migliore è anche l’esito dello studio: l’Istat, infatti, segnala che all’esame di terza media i risultati delle ragazze sono più brillanti rispetto a quelli dei ragazzi. Rispetta questa tendenza anche il dato relativo al numero di coloro che seguono corsi di recupero: è più alta la quota di maschi, in particolare tra gli iscritti alla scuola secondaria di secondo grado (il 32,7% degli studenti contro il 26,3% delle studentesse).

Tra gli altri dati messi in evidenza dal report troviamo quello sugli studenti stranieri: tra il 2008 e il 2011 è aumentato il numero di studenti italiani che ha in classe compagni stranieri, passando dal 54,8% al 59,3%. La presenza di compagni di scuola stranieri è più alta nel Centro-nord (oltre il 78%), mentre nel Sud e nelle Isole la quota non raggiunge il 33%. Nello stesso periodo, la quota degli studenti italiani che frequentano compagni stranieri al di fuori dell’orario scolastico è passata dal 23% al 28,8%.

 

Le presenze del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, del MIBACT e del MIUR ad ABCD

min lavoro

Logo_Mibact

Logo_Miur

Ultime news

Logo_Genova