UNISG, il futuro delle Scienze Gastronomiche

Logo_UNISGL’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, Bra (Cn) si conferma un’istituzione dinamica, aperta al nuovo e di impronta fortemente internazionale. Studenti provenienti da tutto il mondo scelgono di seguire la peculiare formazione offerta da UNISG, che coniuga formazione teorica e pratica. Numerosi gli sbocchi lavorativi, dal settore agroalimentare al turismo.

 

La vasta offerta formativa comprende attualmente il corso di Laurea triennale in Scienze Gastronomiche, il corso di Laurea magistrale in Promozione e Gestione del Patrimonio gastronomico e turistico,  tre Master annuali in Food Culture and Communications in inglese (Human Ecology and Sustainability; High-Quality Products; Representation, Place, and Identity), cinque corsi di Alto Apprendistato per preparare le figure professionali più richieste dal settore alimentare (affinatore di formaggio, panettiere e pizzaiolo, mastro birraio, gastronomo di sala, norcino), un Master in Cucina popolare Italiana di Qualità in italiano e un Master in the Slow Art of Italian Cooking in inglese. In programma per il 2015, un Master in Cultura del Vino Italiano.

 

All’UNISG nasce la figura del gastronomo, che possiede conoscenze e competenze nell’ambito dell’agroalimentare e può operare sia nel campo economico che nella comunicazione, indirizzando la produzione ed il consumo di cibo verso scelte corrette e utili, contribuendo a creare un futuro sostenibile per il pianeta.

 

Laureati e diplomati master di UNISG sono occupati nel settore della produzione agroalimentare artigianale e industriale, nella piccola, media e grande distribuzione, così come nel settore turistico, nell’Ho.Re.Ca. e nell’educazione alimentare, oltre che in enti e organizzazioni non governative. Molti, inoltre, sono diventati imprenditori, a capo di progetti individuali o in società.

 

L’unicità dei suoi corsi ha consentito di attirare a Pollenzo studenti da quasi ogni paese del mondo, interessati all’originale formula didattica, al progetto formativo che coniuga studio e pratica, libri e testimonianze di vita, scienza e sapere artigiano e contadino, oltre all’ormai fondamentale peculiarità dei viaggi didattici, che favoriscono l’incontro con chi realmente produce, con i territori di ogni regione del pianeta, con le storie e le culture tradizionali.

 

L’Università organizza annualmente in Italia e nel mondo centinaia di viaggi didattici, all’interno del pianto didattico del corso triennale e dei master annuali. Si tratta di viaggi di due tipi: viaggi a carattere tematico – ovvero dedicati a specifici settori dell’agroalimentare, come caffè, agricoltura non convenzionale, bevande, pesca, olio – e viaggi a carattere territoriale, legati alle peculiarità gastronomiche e culturali di una specifica area geografica delle diverse regioni italiane, europee ed extra europee.

 

Tra i progetti dell’Università di Scienze Gastronomiche spiccano, inoltre, le Tavole Accademiche: un nuovo concetto di mensa universitaria, che coniuga educazione, cucina d’eccellenza, costi equi e prodotti territoriali.  Gli chef UNISG, accanto a prestigiosi chef provenienti da tutto il mondo, preparano piatti che rispettano i principi del buono pulito e giusto con un food cost contenuto. In questo modo, per gli studenti, la pausa pranzo, non è solo un momento in cui nutrirsi, ma anche un’opportunità di formazione sensibile ai concetti di qualità e alla sostenibilità ambientale, sociale, economica.

 

L’Università è sostenuta dall’Associazione Amici dell’Università di Scienze Gastronomiche i cui Soci Sostenitori partecipano in modo significativo alla realizzazione del progetto, contribuendo anche alle sue necessità finanziarie ed organizzative.

 

Il Club dei Partner Strategici dell’Università di Scienze Gastronomiche è, a sua volta, costituito da aziende leader del settore agro-alimentare e da istituzioni. Il club partecipa attivamente alla vita dell’ateneo supportando le attività di ricerca e condividendo l’impegno e le strategie per costruire nuovi scenari sostenibili di produzione e di consumo del cibo a livello nazionale e internazionale.

 2014_UNISG_facciata

Qualche numero sull’UNISG:

1440 il numero degli studenti che dal 2004 a oggi hanno frequentato i corsi di UNISG.

696 gli studenti stranieri.

396 i laureati in Scienze Gastronomiche.

85 i laureati magistrali in Promozione e gestione del patrimonio gastronomico e turistico.

471 gli studenti che hanno conseguito il diploma di Master in Food Culture and Communications.

165 gli studenti hanno beneficiato di borse di studio.

oltre 800  i viaggi didattici in Italia e nel mondo.

70 le nazionalità rappresentate fino ad oggi.

E inoltre: 170 Aziende e Istituzioni che hanno sostenuto negli anni l’Associazione Amici dell’Università.

33 Aziende che fanno parte dei Partner Strategici.

 

Per ulteriori informazioni,

Università degli Studi di Scienze Gastronomiche

Piazza Vittorio Emanuele 9 – 12042 Pollenzo – Bra (CN), Italia

Tel. 0172 458511 – fax 0172 458550

www.unisg.itinfo@unisg.it

 

Le presenze del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, del MIBACT e del MIUR ad ABCD

min lavoro

Logo_Mibact

Logo_Miur

Ultime news

Logo_Genova